CHE COS'E' LA MAPPA DI COMUNITA'
È la rappresentazione di un territorio, ma visto con gli occhi di chi lo vive. È una mappa che racconta non tanto la geografia di un luogo, quanto gli elementi identitari della comunità che lo abita, della sua storia passata e presente. È una creazione collettiva dove trovano spazio racconti e testimonianze, memorie e desideri, timori e speranze. Un modo per trasmettere questo patrimonio di valori alle future generazioni.
 
A COSA SERVE
Al centro del lavoro è l’identità contemporanea del quartiere, un’identità forte tanto della sua storia, quanto del progetto di un futuro comune. Un quartiere dove sia i residenti storici che i nuovi possono riconoscersi come parte di una comunità e fare squadra. Il percorso, attraverso la relazione tra le diverse culture e generazioni, passa per la conoscenza e la rilettura critica dei luoghi, con l’obiettivo di descrivere gli “Archi di domani” in una prospettiva di bene comune.
 
A CHI E' RIVOLTO
Protagonisti della Mappa sono gli abitanti del quartiere e i cittadini legati al rione da uno speciale legame affettivo. Sono stati coinvolti, nelle diverse fasi del progetto, i giovani e i giovanissimi italiani e stranieri, le famiglie del rione, i pescatori e gli anziani del luogo, portatori di una memoria storica straordinaria. L’intervento ha coinvolto anche le istituzioni, l’amministrazione comunale, diversi operatori del sociale e, soprattutto, le tante associazioni che operano nel quartiere, diventate essenziali compagne di viaggio.
 
COME SI E' LAVORATO
La “scrittura” della Mappa è un processo lungo e strutturato, che in un anno di lavoro ha coinvolto numerosi attori sociali.
Il metodo utilizzato è quello della ricerca-azione: ogni partecipante è stato al contempo destinatario e protagonista dell’intervento. Sono state realizzate interviste, ricerche bibliografiche, raccolte testimonianze, svolte esplorazioni emotive del territorio per guardarlo con occhi nuovi, per vedere “oltre” il quotidiano. Nel corso del lavoro ci sono stati anche momenti pubblici di confronto, occasioni di festa e di gioco nel quartiere organizzati insieme alle associazioni e che hanno coinvolto tutta la comunità. Gli abitanti hanno aperto le loro case, messo a disposizione libri, fotografie, video di famiglia. Tanti gli “esperti locali”che si sono messi in gioco, condividendo le proprie conoscenze ed esperienze. Tutto ciò ha permesso di costruire un immenso archivio della memoria storica locale. Dopo numerosi incontri si è arrivati ad una prima sintesi, a “scrivere” la Mappa. Sono stati scelti i temi portanti, quelli che fanno degli Archi un luogo speciale: la molteplicità e qualità delle relazioni, la pesca, la memoria, l’associazionismo e la cittadinanza attiva, la presenza di culture diverse che hanno dato luogo ad una ristorazione cosmopolita. Per ciascun tema la comunità ha individuato i luoghi significativi, quelli a cui “riconosce valore”, che sono stati poi oggetto di confronto per metterne a fuoco criticità e aspettative. Un lavoro avviato che vede oggi una sua prima presentazione, ma che, per sua natura, non può e non vuole dirsi concluso.
 
Per saperne di più:  http://www.mappadicomunita.it/
 
RETE DEI PARTNER
 
Capofila:
 
Partner: