2013
 
 
 
 
Grazie alla memoria storica di Giuseppe Cingolani sono state recuperate realtà associative, feste, tradizioni ed attività, alcune oramai scomparse ed altre che animano tutt'oggi l'attività di quartiere.
DOPOLAVORO FERROVIARIO
Il “Dopolavoro Ferroviario” nasce nel 1925 : la sua identità è rappresentata dalla ricchezza e dall’apertura democratica nella vita associativa.
Nel 1931 la sede si trasferisce presso lo Scalo Marotti, dove si costruiscono campi da gioco per calcio, tennis, bocce ed altre discipline sportive.
Contemporaneamente viene anche realizzato il “Cinema Teatro Stamira” operativo al coperto durante la stagione invernale e all’aperto durante quella estiva; vi si organizzano anche manifestazioni teatrali, opere liriche, operette, filodrammatiche e lavori leggeri di produzione diretta.
Sempre nel 1931 nasce la società corale” Croma” che si unirà poi con la più nota “Corale Bellini”.
In via Mamiani, Santì Reginelli organizza spettacoli per i più piccoli; costruisce un teatrino ambulante con i personaggi in legno sui quali erano montati meccanismi a molla che davano mobilità; si raccontavano fatti ed episodi della realtà di ogni giorno, riscuotendo grande successo anche al di fuori del quartiere.
 
FESTA INSIEME
Negli anni 1978/80, l’Associazione “Libera Comunità in Cammino” inizia ad organizzare nel quartiere la “Festa Insieme Senza Barriere”.
I fondatori dell’associazione Eugenio Del Bello e Adelina Petetti, intendono proporre iniziative concrete con attività di ordine culturale e formativo.
L’accoglienza e la disponibilità di ciascuno per ciascuno è la forza di tutti.
Uno slogan:” Vivere con le ali” con l’impegno a superare le barriere di qualsiasi genere sia personalmente, che attorno a se stessi: la vita umana si fonda sulle relazioni tra le persone e le cose.
Nel concetto e nell’esperienza della Comunità, si favoriscono e si difendono i diritti e le esigenze di tutti.
La prima “FESTA INSIEME” si è svolta in Piazza del Crocifisso, in forma ristretta e silenziosa, successivamente in Piazza Borgo Pio, nei padiglioni della fiera della Pesca, sotto gli archi, in Piazza Pertini o in Piazza Roma.
Con la collaborazione della II Circoscrizione, della Confartigianato e delle Cooperative Sociali l'inaugurazione della Festa ha sempre preso il via da Piazza Roma o Piazza Pertini ed ha proseguito lungo Corso Garibaldi con la Banda, le majorette, la sfilata di moda, giocolieri e clown.
Non sono mancate inoltre, partite di basket in carrozzina nella palestra del quartiere, gare di tiro con l’arco in Piazza Borgo Pio, torneo di calcetto nel campo Pacifico Ricci, hokey in carrozzina alla fiera della pesca.
Sono state coinvolte le Scuole Elementari e Medie del quartiere, con l’allestimento di una mostra dei laboratori dei bambini in cui presentavano i disagi del quartiere e le probabili soluzioni. Le Scuole Superiori partecipavano con una tavola rotonda a tema con argomenti di carattere sociale – educativo.
Molto importante per lo spirito della festa è sempre stato il coinvolgimento dei pescatori: questo significava attenzione ai problemi del mondo della pesca, alle problematiche rivolte ad una realtà lavorativa sconosciuta in gran parte alla città.
L’organizzazione della cena di pesce univa pescatori e donne, che cucinavano insieme agli amici e ai soci della L.C.C per l'intera comunità.
 
IL CARNEVALE
Con la II Circoscrizione , il centro H , l’Associazione Archi Vivi, la Parrocchia e la Libera Comunità in Cammino è stato organizzato il carnevale in Piazza del Crocifisso, la sfilata delle maschere in Via Mamiani e in Via Marconi, canti, balli, E merende preparate a mano dalle donne del quartiere.
 
FESTA DEL MARE
Da tanti anni viene celebrata la “Festa del Mare”; si svolge la prima o la seconda domenica di settembre.
I pescatori a bordo dei loro pescherecci, seguono in processione il peschereccio che porta il quadro della Madonna del Duomo, con a bordo le autorità civili e religiose; La processione è partecipata da tutti gli anconetani che hanno un’imbarcazione piccola o grande che sia. Contemporaneamente alla processione, personaggi in costume medievale sfilano da Piazza Roma fino al porto.
Dopo la processione di tutte le imbarcazioni, c’è il lancio della corona ai caduti in mare con la Benedizione impartita dall’Arcivescovo di Ancona.
In questa manifestazione l’attenzione delle autorità e dei cittadini è rivolta alle problematiche del porto commerciale, turistico, dei motopescherecci e alle difficoltà del mondo della pesca.
 
FIERA DEGLI ARCHI
Un importante appuntamento per gli abitanti del quartiere e di tutta la città è la fiera degli Archi. Giuseppe Cingolani ci racconta che durava tre giorni, si svolgeva verso il 20 di Agosto e comprendeva sempre la domenica.
 
GABRIELLA DEL BELLO