Realizzata negli anni ’70, dopo il terremoto, la Piazzettaè un luogo d’incontro gratuito a disposizione di tutti, grandi e piccoli. A qualunque ora del giorno c’è sempre qualcuno “che rappresenta il quartiere”: le mamme, o i bambini o gli anziani, oppure qualcuno che si ferma a riposare o mangiare un panino, magari mentre aspetta un traghetto.
C’è anche una fontana di acqua potabile ad uso pubblico e alcuni platani che donano ombra.
È un luogo importante per la comunità perché accoglie tanti momenti di festa e favorisce la convivenza. Ma è anche un luogo che offre occasioni di conoscenza e di approfondimento culturale grazie ai convegni e le conferenze che spesso vi si tengono.
Tuttavia non manca la percezione di certe criticità. L’aspetto più sentito è quello della sicurezza, legato a possibili frequentazioni illecite e alla presenza, a volte, di alcuni senzatetto che bivaccano.
Il desiderio è quello di vedere realizzato il progetto di riqualificazione e ampliamento della piazza del Crocifisso già elaborato dal Comune di Ancona nel 2006, di concerto con gli abitanti del quartiere. Questo prevede la sostituzione dei grandi platani con nuove piante meno ingombranti che liberino anche l’architettura della chiesa; una più adeguata illuminazione; l’estensione dell’area pedonale sino a via Marconi; la realizzazione di una fontana artistica rappresentativa dell’identità del quartiere.
Un altro desiderio è anche la realizzazione di un teatrino-arena per accogliere eventi e spettacoli, prezioso anche per attività della Scuola Da Vinci.
Nel breve periodo si potrebbero intanto eliminare le fioriere, che sono ricettacolo di sporcizia e potrebbero offrire nascondiglio ad eventuali attività illecite, aggiungere cestini per la spazzatura ed eliminare i posti auto davanti alla chiesa percepiti come elemento di separazione.
Emerge anche il bisogno di una maggiore sorveglianza, ripristinando magari il Vigile di quartiere.
 
powered by contentmap