L’Associazione Libera Comunità in Cammino, con sede in Via Vasari 18 ad Ancona, è stata fondata da Adelina Petetti ed Eugenio Del Bello nel 1975 per aiutare le persone con disabilità a vivere meglio la propria vita, eliminando le barriere psicologiche e sociali.
Le iniziative concrete, nel corso degli anni, sono state di carattere culturale e formativo, cercando di favorire le relazioni nel gruppo in modo tale da essere paritarie: non ci sono né primi né ultimi: ognuno è importante e non ci deve essere chi comanda e chi ubbidisce; è più “bravo” chi riesce a dare di più.
È importante l’integrazione reciproca ed il sostegno di ognuno: l’attenzione, l’accoglienza e la disponibilità di ciascuno per ciascuno è la forza di tutti.
La vita umana si fonda sulle relazioni tra le persone e le cose del mondo.
Più aumentano le relazioni tra le persone, più garantiamo la crescita della vita a ciascuno.
La vita dentro le mura di casa o di un istituto è vita più ridotta; la vita piena la si vive fuori del “proprio nido.”
Nella conoscenza di altre culture, nel confronto con altre esperienze, nel dialogo con gli altri si matura e si cresce più facilmente.
Con il turismo si ha l’opportunità di conoscere, di confrontarsi e di aumentare le relazioni personali e di gruppo.
Nel concetto e nell’esperienza della Comunità, si favoriscono e si difendono i diritti e le esigenze di tutti.
Nelle nostre esperienze in giro per le città dell’Europa, abbiamo vissuto di più e meglio; abbiamo imparato molto e abbiamo anche lasciato un segno ed un messaggio chiaro di “voglia di vivere” e del “diritto/dovere per tutti”.
L’Associazione nel 1985 vive la triste esperienza della morte della sua fondatrice Adelina Petetti; viene nominata nuova presidente Giustina Caiazza che insieme a Eugenio Del Bello continua l’attività dell’associazione.
Le motivazioni e le iniziative sono sempre le stesse; Giustina silenziosamente, con tanta discrezione, è vicina ad ogni persona che partecipa alle iniziative.
Lei è amica e sorella, impara a conosce le esigenze e le necessità di ognuno.
Infaticabile organizzatrice negli incontri mensili presso le scuole Marinelli, dove preparava il pranzo con le sue collaboratrici per circa 60 persone, nelle visite a domicilio in cui, insieme ad altre persone dell’associazione e a Don Eugenio organizzava momenti di arricchimento spirituale con momenti di gioiosa cordialità. Nei convegni e nei viaggi lei prendeva contatti con le persone, illustrando l’itinerario, le modalità, cercando di risolvere i problemi che individualmente emergevano.
L’iniziativa molto importante che l’associazione ha portato avanti per 28 anni è stata la “Festa Insieme Senza Barriere”. Il quartiere Archi con i pescatori e tutta la città sono stati coinvolti, grazie alla collaborazione del Comune con la II Circoscrizione, la Parrocchia e il Gruppo Scout An.1 ed altre associazioni : il Centro H, l’Anglat, l’Associazione alla Salute, la Confartigianato, le Scuole del quartiere e le Scuole superiori: Istituto Stracca Angelini, Istituto Beincasa, Liceo pedagogico Rinaldini, Liceo scientifico Galilei. Anche la Provincia e la Regione hanno collaborato alle iniziative.
L’Associazione vive un grande vuoto: nel 2010 è morto Eugenio Del Bello; Giustina ha cercato di continuare con tutte le sue forze, con l’impegno che l’ha sempre contraddistinta. Purtroppo quello che viene chiamato male incurabile l’ha colpita; il 9 Dicembre 2012 ci ha lasciato.
A Febbraio del 2013 l’assemblea dei soci nomina il nuovo consiglio direttivo e il nuovo presidente dell’associazione è Gabriella Del Bello.
“Dopo anni di impegno come socia nelle varie attività, mi vedo coinvolta in prima persona con una responsabilità più grande, l’insegnamento dei predecessori saranno la mia guida; la disponibilità e l’attenzione all’altro saranno presenti nelle iniziative che continueremo a fare”.
Gabriella Del Bello
La presentazione della Libera Comunità in Cammino è tratta dagli scritti di Eugenio Del Bello
powered by contentmap