NEWS

 
chiusura scatola Interrato agli Archi il baule ermetico che verrà riaperto nel 2064
Le chiavi consegnate al Sindaco, “custode e garante” di questa memoria collettiva
Una cerimonia informale e solenne insieme ha accompagnato lo scorso 6 gennaio la chiusura della Scatola del Tempo, il baule ermetico che è stato interrato nel cortile della Scuola “L. Da Vinci”, dove rimarrà seppellito per 50 anni come un testimone del nostro tempo.
E “custodite dalla feconda terra” – come si legge nella targa apposta, decorata con una splendida mattonella in ceramica realizzata dai ragazzi del Cento H – sono racchiuse le memorie e i sogni che gli abitanti degli Archi, ma non solo, anche molti anconetani, hanno scelto di lasciare in dono ai cittadini del futuro, quelli del 2064.
A donare una luce speciale su questo momento molto sentito da tutta la comunità, in particolare dalle persone che hanno partecipato al progetto della Mappa di Comunità, c’è stata la bella partecipazione delle autorità cittadine, del Sindaco Valeria Mancinelli, che ha lasciato in dono una lettera per il Sindaco di Ancona del 2064, e degli Assessori Stefano Foresi, Tiziana Borini e Andrea Guidotti, ognuno col proprio “dono” per gli anconetani del futuro.
A suggellare il “patto di custodia” della Scatola, la consegna delle chiavi proprio al Sindaco, col compito di tramandare questo tesoro al primo cittadino del futuro.
L’altra copia delle chiavi è stata consegnata a un pescatore che le getterà in mare, a suggellare simbolicamente un altro tipo di patto, quello che lega da sempre il rione Archi al mare.
Tanti i messaggi e i doni raccolti nello stipatissimo baule: libri, foto di famiglia, oggetti realizzati artigianalmente, bandiere, magliette di squadre sportive, il Dvd di un film girato ad Ancona, Cd musicali, chiavette USB, oltre a molte lettere e scatole sigillate, di chi ha scelto di tramandare ai posteri un messaggio più intimo e privato.
E poi, il cappellone da scout di Doge, Don Eugenio Del Bello, parroco degli Archi per 50 anni, il libro che racchiude i messaggi di auguri degli oltre 80 bambini della Scuola “Da Vinci”, il catalogo della mostra “Tra le due sponde”, a ricordo degli esuli di Istria e Dalmazia trapiantati ad Ancona, e una bottiglia di grappa artigianale. L’ha preparata con le sue mani nonno Michele per lasciarla in dono ai suoi nipoti che nel 2064 avranno poco più di 50 anni. E forse, al momento della riapertura del baule, decideranno di aprirla quella bottiglia per brindare con tutti i presenti agli anconetani del tempo che fu, quelli ch’erano presenti in quel momento così lontano, quando la scatola è stata chiusa.
 

SACRO2Tanta gente domenica 5 gennaio l’info-point della Mappa di Comunità per la prima del video-documentario “Tracce di Sacro” alla presenza del regista, l’antropologo Giorgio Cingolani, e di alcuni giovani protagonisti. Il film, prodotto dall’Associazione Culture Aid di Ancona, indaga il rapporto di cinque giovani marchigiani appartenenti a diverse religioni (cattolica, ortodossa, musulmana, sick, e un agnostico) con la propria  dimensione spirituale e con il sacro nella loro quotidianità. Pur nella differenza delle visioni e degli approcci, emerge chiaramente come dato comune il bisogno di un rapporto personale con una dimensione profonda di spiritualità.

Un film sperimentale, che adotta le modalità metodologiche proprie della disciplina dell’antropologia visuale e del cinema verité.

Il video è stato accolto con vivo apprezzamento dal pubblico presente che è poi intervenuto nel dibattito conclusivo.

 

 
IMG 76055 Gennaio 2014 - Presenti ieri sera all’info-point della Mappa di Comunità degli Archi tanti abitanti del quartiere - i “mappatori” - per proporre al Sindaco e agli assessori presenti (Stefano Foresi, per la Partecipazione Democratica; Tiziana Borini per la Pubblica Istruzione e le Politiche dell’Integrazione; Adrea Guidotti per il Volontariato civico) il lavoro svolto nell’arco di un anno.
Un progetto, quello della Mappa di Comunità, definito da Cristiana Ilari (coordinatrice del progetto per l’ANOLF Marche, associazione capofila) di “welfare di comunità”, che ha coinvolto tantissime persone ed associazioni del quartiere con lo scopo di prendere coscienza delle proprie risorse e delle proprie potenzialità, e per guardare in modo più consapevole e responsabile, in un’ottica di partecipazione attiva, al futuro del proprio quartiere.
Un progetto di volontariato, finanziato dal Ministero delle Politiche Sociali e del Lavoro, nato realmente dal basso, che ha messo in circolo tante energie latenti nel quartiere, che ha visto costruire e solidificare nel tempo una rete di soggetti anche molto diversi, e che oggi inizia, e non termina, il suo percorso.
Ha riepilogato le tappe del percorso fatto Alessandra Panzini, responsabile scientifica del progetto, ribadendo l’importanza che ha avuto per la riuscita del progetto il lavoro assiduo. sistematico e costruito con metodo secondo le esperienze delle “parish-maps” di derivazione anglosassone, collegate alle pratiche degli eco-musei.
La novità è il suo utilizzo a livello regionale e, soprattutto la sua applicazioni a contesti urbani con carattere metropolitano (altre esperienze simili sono state condotte in Italia solo a Torino e Milano). Un progetto sperimentale e innovativo, quindi, che ha portato alla realizzazione di un grande life-book di quartiere, conservato e visibile all’interno del portale web della mappa (www.mappadicomunita-ancona.org).
La mappa è uno strumento con cui gli abitanti di un determinato luogo hanno la possibilità di rappresentare il patrimonio, il paesaggio, i saperi, le competenze, in cui si riconoscono. È il modo in cui la comunità locale vede, percepisce, attribuisce valore al proprio territorio, alle sue memorie, alle sue trasformazioni, alla sua realtà attuale, ed esprime anche la propria visione di come vorrebbe che fosse in futuro. La mappa è quindi un “processo culturale”, in continuo divenire.
Giorgio Cingolani, antropologo e componente del comitato scientifico di progetto, si è soffermato sulle problematiche e le modalità di coinvolgimento delle comunità di stranieri residenti, mentre Edelvais Cesaretti, docente della scuola primaria Da Vinci cha ha curato la “Mappa dei bambini”, ha evidenziato la validità anche pedagogica del modello “complesso” che la mappa adotta nella lettura del quartiere.
Sono poi intervenuti tanto i cittadini mappatori (Giuseppe Cingolani, Matar della comunità del Senegal, Gabriella del Bello, Perla Sardella...) portando la testimonianza della propria esperienza e il desiderio che quanto fatto non venga disperso. Tante voci, tutte concordi nel sottolineare l’importanza di avere nel quartiere un punto sempre aperto in cui raccontare la propria storia e il proprio presente, con l’obiettivo di creare le condizioni di un futuro migliore per il quartiere e la città intera.
Hanno concluso il Sindaco Valeria Mancinelli, che ha manifestato il proprio sincero apprezzamento per il lavoro svolto e la volontà di renderlo in qualche modo permanente, rinviando ad un prossimo appuntamento un confronto sulle progettualità emerse nel corso dei laboratori.
L’Assessore Stefano Foresi, ha poi annunciato, come primo passo, la prosecuzione della apertura dell'info-point degli Archi almeno per tutto il mese di gennaio, avendo verificato la sua capacità di diventare in pochi giorno un luogo di incontro e di confronto vivo e riconosciuto dalla comunità.
 
L’appuntamento è per domattina, alle 10,00, nel cortile della Scuola Da Vinci per la cerimonia ufficiale di consegna della Mappa di Comunità al Sindaco di Ancona, e la chiusura ( dopo aver inserito gli ultimissimi doni) e sepoltura della “Scatola del tempo”, con apposizione della targa realizzata dal Centro H.
 
 
lapide2Ore 10.00 presso il Cortile della scuola "L. da Vinci"
 
CHIUSURA E SEPOLTURA DELLA SCATOLA DEL TEMPO
I bambini consegnano le chiavi della Scatola del Tempo al Sindaco e ai pescatori
 
Ore 17.00 presso la sede del Centro H
 
TOMBOLATA DI BENEFICENZA: TANTI NUMERI UN SOLO DONO!
Il ricavato sarà devoluto per la raccolta farmaci a favore della Comunità del Senegal
 
PREMIAZIONE DELLA GARA "I PRESEPI DE J'ARCHI"
Organizzato dalla Parrocchia del SS. Crocifisso
 
Alle ore 15.00 in piazza del SS. Crocifisso, dopo il grande successo del primo appuntamento torna per tutti i bambini "GIOCHI SENZA FRONTIERE"
 
 
 

iStock 000008436416Medium okOre 17.00 presso l'Info-Point della Mappa di Comunità (via Marconi, 71)
Anteprima del video documentario realizzato da Giorgio Cingolani, alla presenza dei protagonisti.
A cura dell'Associazione CultureAid
 
1497452 593644664024783 1327187544 nDomani pomeriggio vi aspettiamo alle ore 17.00 presso l'Info-Point della Mappa di Comunità degli Archi di Ancona in via G. Marconi, 71 per la presentazione del progetto.
I mappatori racconteranno la propria esperienza e presenteranno il lavoro della Mappa.
Seguirà un brindisi del quartiere al Nuovo Anno alle ore 19.00 presso il Caffè degli Archi.
 
P1150933Un baule ermetico interrato per 50 anni nel cortile della Scuola "L. Da Vinci" che raccoglie sogni, desideri, doni e messaggi degli anconetani di oggi per quelli del futuro.
 
LUNEDI' 6 GENNAIO - CHIUSURA E SEPOLTURA DELLA SCATOLA DEL TEMPO - ore 10.00 presso il cortile della Scuola "L. da Vinci"
I bambini consegnano le chiavi della scatola del tempo al Sindaco e ai pescatori

1555483 594476220608294 1561436861 n"Gli Archi: un ponte verso il mondo".
Abbiamo affollato l' Info Point,più di 40 presenze...entusiasmante come al solito nei suoi racconti il nostro Peppe, accompagnato da Sandro che ci ha deliziato con foto antiche degli Archi.
A sorpresa la RAI è venuta a trovarci e conoscere la nostra Mappa di quartiere.

 

 
1527083 594437923945457 142412558 n2 gennaio 2014, Centro H

Un giorno dopo la data della sua nascita, il 1 gennaio.
Negli spazi sempre accoglienti del Centro H, dove numerosi volontari si danno da fare ogni giorno per migliorare la qualità di vita dei disabili, un centro da lui fortemente voluto e di cui é srsto cofondatore. 
Qui giovedi 2 gennaio si é ritrovata numerosa la comunità degli Archi  (almeno 70 persone) per ricordare e rinnovare lo starordinario messaggio di Doge, Don Eugenio del Bello: il prete pescatore, il professore di religione, l'animatore sociale, il 'politico' nel senso piu alto del termine, sempre al fianco della sua gente, l'educatore, la guida del gruppo scout, ma anche il fratello amorevole e sempre presente, nelle parole della sorella Gabriella. 
Proprio dalla richezza, dalla poliedricità del Doge, mettendo in luce  la forza e il carisma della sua personalità, don Davide Duca,  di cui prosegue il servizio di guida della parrocchia, ha iniziato il racconto mettendo insieme testimonianze molto diverse: di cittadini che da bambini hanno trovato in lui un riferimento, di persone a lui legate attraverso il gruppo scout, la libera comunita in cammino, la pesca, il centro h.....
Tanti gli interventi molto sentiti, tutti tesi non solo a ricordare, ma a rinnovare il bisogno di perpetuare un percorso da lui avviato su un quartiere cosi particolare e difficile di Ancona,  gli Archi. 
Da ultimo l'arcivescovo Edoardo MEnichelli, che nonostante gli impegni dell' incontro diocesano della Caritas, ha voluto comunque essere presente e portare la sua testimonianza di amico personale, sin dai tempi del seminario.
Uno dei più belli tra i tanti  incontri pubblici della mappa di comunità,  realizzato grazie alla parrocchia del Ss. Crocifisso e alle associazioni del quartiere.
La memoria, l'esempio per costruire un futuro migliore per tutti, nessuno escluso. É questo il senso del percorso intrapreso, il perché di tante energie messe in campo.
 

DOGEIl suo messaggio in un racconto a più voci
Raccontano: Gabriella Del Bello, Don davide Duca, Antonio Micucci, Roberto Cosoli, Patrizia Burattini.
Sarà presente l'Arcivescovo della Diocesi di Ancona - Osimo Edoardo Menichelli
 
A cura della parrocchia del SS. Crocifisso e dell'Ass. Libera Comunità in Cammino
 
 
OFFICINA DEI PICCOLI ARTISTI
Ore 16.30 - 18.30 / Info - Point mappa di Comunità
Ri-crea il tuo quartiere. laboratorio ludico-creativo per bambini 6-10 anni ( max 15 partecipanti)
 
A cura del Museo Tattile Statale Omero - Prenotazioni: tel. 071.2811935
 
VENERDI' 3 GENNAIO
A Conversazione con Giuseppe Cingolani / Ore 17.30 / Info Point Mappa di Comunità
"Gli Archi: un ponte verso il mondo"
Sarà presente Sandro Censi che accompagnerà il racconto con una carrellata di immagini storiche.
 
SABATO 4 GENNAIO
Presentazione della Mappa di Comunità / Ore 17.00 / Info Point Mappa di Comunità
I mappatori raccontano la propria esperienza e presentano il lavoro della mappa
Brindisi del quartiere al nuovo anno / ore19.00 / caffè degli Archi
 
DOMENICA 5 GENNAIO
Tracce di scaro / ore 17.00 / Info Point Mappa di Comunità
Anteprima del video-documentario realizzato da Giorgio Cingolani, alla presenza dei protagonisti.
A cura dell'Associazione CultureAid
 
WP 000092Dopo la prima sfida del 23 Dicembre si ripete: Animazione e giochi dal mondo sotto i portici per tutti i bambini, con merenda multietnica.
Evento organizzato dalla Polisportiva Antirazzista Assata Shakur
 
L'appuntamento è previsto alle ore 16.30 in Piazza del Crocifisso
 
 
IMG 7491A poco più di una settimana dall’inaugurazione dell’Info-Point della Mappa di Comunità, in via Marconi 71, nel bel locale messo a disposizione da tutto lo staff del Caffè degli Archi, questo spazio nel cuore del rione si conferma un luogo d’incontro strategico per far conoscere a tutti il lungo percorso che ha portato alla realizzazione della Mappa.
C’è chi si affaccia perché mosso dalla curiosità, chi arriva per toccare con mano il lavoro dei mappatori, chi passa per lasciare un dono nella Scatola del Tempo e chi invece partecipa agli eventi e i momenti di approfondimento (come per la conferenza con Giuseppe Cingolani, o il gioco dello Speed-Date con il Collettivo CDC, o i momenti d animazione per i bambini a cura del Museo Omero).
Lo stupore, la curiosità negli occhi di chi passa, le firme e i bei messaggi che i visitatori lasciano nel registro, sono per tutti quelli che hanno lavorato al progetto il riscontro più importante e prezioso.
 
L’info-Point rimarrà aperto fino al 6 gennaio.
 
 

DSC 5767Nei locali dell'Infopoint del Quartiere Archi di Ancona, ieri, 29 dicembre 2013, si è tenuto un interessante laboratorio didattico al quale hanno preso parte dieci bambini che abitano o hanno abitato per un periodo della loro vita in questo storico quartiere della città di Ancona.
Il laboratorio, organizzato in collaborazione con il Museo Tattile Statale Omero di Ancona, ha impegnato i bambini per un paio d'ore durante le quali ciascuno di loro è stato chiamato a completare un album tattile in cui erano raffigurate le più importanti architetture del quartiere, tra cui ad esempio l'ex-Lazzaretto e Porta Pia, utilizzando carta, stoffa, forbici, colla e colori.
I bambini hanno dato quindi sfogo alla loro creatività, regalando così un nuovo volto ed una nuova pelle alle diverse architetture rappresentate nell'album che, al termine del laboratorio, si sono portati a casa come ricordo dell'esperienza.
L'attività si è rivelata divertente ma anche molto educativa giacché i bambini, pur giocando con colori, materiali, colle e quant'altro, hanno avuto modo di acquisire maggiore consapevolezza riguardo alla storia di questo importante quartiere della città di Ancona.
 

Valentina Vindusca (volontaria del Servizio Civile Regionale) -per il Museo Tattile Statale Omero-

speddone2Domenica 29 Dicembre - Anche ieri sera i tavolini sotto i portici degli archi hanno richiamato l'attenzione dei passanti che numerosi si sono  fermati ad ascoltare i racconti degli Arcaroli. 10 minuti al massimo, segnati da un timer, per sentire i racconti' del pescatore lampedusano Michelino, o di quello civitanovese Vincenzo, di Teresa, Rosy, Perla, Edy, Benedetta, Alessandra,  Michaela, ...racconti intensi, veri, che attingono dalla memoria e dal vissuto di ciascuno.

Un piccolo dono che i passanti, nonostante la pioggia, si sono fermati ad accogliere incuriositi prima, e meravigliati poi nello scoprire quante storie, quanta bellezza e ricchezza  questo storico quartiere alle soglie del centro possa racchiudere.

Un grazie speciale ad Alessia Raccichini e Fabiana Baldinelli dell' associazione Collettivo Delirio Creativo che hanno ideato ed organizzato i due eventi.

speedone

 
BodyPart5Un pubblico attento ed incuriosito, pronto a scoprire la storia insolita del rione e della città.
Venerdì 27 dicembre, l’Info-Point ha accolto l’incontro-conversazione con Giuseppe Cingolani, uomo di mare e di pesca nato e cresciuto agli Archi, sui fatti della Settimana Rossa del 1914 e della Rivolta dei Bersaglieri del 1920.
Eventi che hanno visto Ancona, e in particolare il rione degli Archi che accoglieva la Casa del Proletariato, al centro di insurrezioni popolari contro le politiche militariste dei governi dell’epoca, e che da qui si sono velocemente propagate in tutta Italia.
 
Prossimo incontro con Giuseppe Cingolani venerdì 3 gennaio alle ore 17.30, sempre presso l’Info-Point della Mappa di Comunità per un ulteriore momento di approfondimento dal titolo: “Gli Archi: un ponte verso il mondo”.
 
 
WEB manifesto 70x100 eventi natale celesteVenerdì 27 dicembre, ore 17.30, presso l’info-point della Mappa di comunità degli Archi di Ancona
 
Domani pomeriggio, nell’ambito degli eventi programmati dalla Mappa di Comunità degli Archi, Giuseppe Cingolani, uomo di mare e di pesca nato e cresciuto agli Archi, terrà una conversazione sui fatti della Settimana Rossa del 1914 e della Rivolta dei bersaglieri del 1920. Eventi che hanno visto Ancona, e in particolare il rione degli Archi, al centro di insurrezioni popolari contro le politiche militariste dei governi dell’epoca, e che da qui si sono velocemente propagate in tutta Italia.
Nel corso delle rivolte gli Anconetani hanno scelto di schierarsi dalla parte dei popoli libici prima e albanesi poi. Non una semplice rievocazione storica, dunque, ma una testimonianza dei sentimenti di pace, di giustizia e di fratellanza che da sempre hanno animato gli anconetani verso i popoli di là dal mare.
 
Il 29 novembre, nel pomeriggio, sempre presso l’info-point della mappa di Comunità degli Archi, si terrà il laboratorio didattico per bambini “Officina dei piccoli artisti”, organizzato dal Museo Omero. In contemporanea si terrà anche la seconda edizione di “Spee-date: storie sotto i portici”, un evento che vede protagonisti gli Arcaroli in un racconto a tu per tu con i passanti, organizzato dal "Collettivo Delirio Creativo". Un'iniziativa, quest'ultima, che domenica scorsa ha riscosso una grande attenzione di pubblico.
 
 
speed-date archi 2Tanto entusiasmo domenica scorsa sotto i portici degli agli Archi per il gioco dello “Speed-Date: Storie sotto i portici”!
L’iniziativa, organizzata dal CDC- Collettivo Delirio Creativo ha destato grande curiosità e riscosso successo grazie anche alla formula ludica e “partecipata” con cui gli animatori del Collettivo CDC hanno coinvolto il pubblico.
Se mentre passeggiate nel rione, infatti, ricevete in dono tre monete di cioccolato, sappiate che non si tratta di un semplice pensiero di Natale, ma è la chiave per partecipare allo Speed-Date.
Durante il gioco i partecipanti possono sedere per un tempo determinato di fronte ad un Arcarolo che come un narratore, fa dono della propria storia e offre qualcosa da gustare.
Una modalità, questa, davvero molto apprezzata dal pubblico che ha potuto così anche assaporare “sapori” tipici legati ai vari temi narrati: vin brulè,  pisco (un liquore tipico peruviano), tè al gelsomino, le frolle di Natale o i biscotti al vino…  
speed-date archi 1 Per conoscere queste ed altre storie, la prossima data dello Speed-Date è domenica 29 dicembre, dalle 16.30 alle 18. Appuntamento presso l’Info-Point della Mappa di Comunità, in via Marconi 7
Ancora una volta, ad accogliere il pubblico ci penseranno Fabiana e Alessia, le due animatrici del Collettivo CDC.
 
 
 
 
 
 
 
 
1546066 594443867278196 1014047849 nInaugurato il 21 dicembre 2013 e situato al centro del quartiere, in via Marconi 71, l'Info-Point della Mappa di Comunità si conferma cuore pulsante del progetto, spazio strategico e importante luogo d'incontro per i momenti di approfondimento legati alla Mappa e per tutti coloro che desiderano conoscere il lungo percorso intrapreso nel quartiere.
Un grazie speciale al Caffè degli Archi che ha messo a disposizione questo spazio pieno di bella energia!
 
low P1150933Grande successo e commozione per la cerimonia di apertura della scatola del tempo
Sabtao 21 Dicembre  i bambini della scuola primaria "L.Da Vinci" emozionati ed emozionanti hanno riposto i loro doni all'interno della scatola del tempo ed offerto i loro pensieri per il futuro dando così il via al riempimento del baule...
Una cerimonia partecipata...intrisa di amore e speranze...in pieno clima natalizio!
La scatola resterà aperta presso l'info-point della mappa di comunità degli Archi (via marconi, 71) fino al 5 gennaio 2014. Il 6 gennaio 2014, nel cortile della Scuola Primaria “Leonardo Da Vinci”, nell’ambito di una cerimonia pubblica alla presenza delle Autorità cittadine, la scatola verrà interrata e sul terreno verrà apposta una lapide, che ricorderà questo testamento a futura memoria. I bambini consegneranno una chiave del luchetto della scatola al Sindaco di Ancona e la seconda chiave ai pescatori degli Archi che la getteranno in mare.
 

coperchio scatolaTutta la cittadinanza è invitata - Ore 10.00, presso la Scuola "L. Da Vinci"

È un vero e proprio baule ermetico che vuole raccogliere i racconti, le emozioni, i desideri che gli abitanti del quartiere degli Archi, ma anche tutti gli anconetani, vorranno lasciare in eredità ai cittadini del futuro, quelli del 2064… ovvero tra 50 anni.

Qui potranno venire a depositare il proprio ricordo, il proprio messaggio di auguri per un domani che oggi appare così lontano, tutti coloro che desiderano lasciare un segno di sé e del proprio tempo. È questa un’azione di comunità, che impone il bisogno di pensare oltre il proprio tempo, che sollecita una responsabilità per il domani, e che è stata pensata nell’ambito della Mappa di Comunità. La stessa Mappa di Comunità, con i tanti materiali prodotti nel corso di attuazione del progetto, farà parte del testamento collettivo, del patrimonio da tramandare agli “Arcaroli” del futuro. La scatola resterà aperta in questo luogo fino al 5 gennaio 2014. Il 6 gennaio 2014, nel cortile della Scuola Primaria “Leonardo Da Vinci”, nell’ambito di una cerimonia pubblica alla presenza delle Autorità cittadine, la scatola verrà interrata e sul terreno verrà apposta una lapide, che ricorderà questo testamento a futura memoria. I bambini consegneranno una chiave del luchetto della scatola al Sindaco di Ancona e la seconda chiave ai pescatori degli Archi che la getteranno in mare.

 
WEB manifesto 70x100 eventi natale celesteNatale e Capodanno agli Archi per riscoprire il passato, per rileggere con occhi nuovi il presente e per riprogettare insieme il futuro del quartiere della città.
 
Sabato 21 Dicembre  ore 10.00 con la presentazione  dell’Info-Point Mappa di comunità (porticato degli Archi)e la “cerimonia”della scatola del tempo, alla presenza delle Autorità cittadine, i bambini della Scuola Primaria “L. da Vinci”, le associazioni e le comunità del quartiere, si darà il via ad una serie di eventi che animeranno il quartiere e la città fino a lunedì 6 gennaio: giochi, racconti attraverso la formula dello speed date, laboratori per bambini, incontri, ricordi da vivere insieme agli Archi. Nella mattinata di sabato i bambini
della scuola  “L. da Vinci” riempiranno la “scatola deltempo”,  con  ricordi e messaggi di speranza,  verrà poi sotterrata per essere riaperta tra 50 anni dai cittadini del 2063. Verrà anche presentata la Mappa di comunità del quartiere,  un progetto  avviato dalle Associazioni operanti nel territorio (Archi vivi e Centro H, Libera Comunità In Cammino, Ass. Penelope-Donne della pesca, Ass. alla Salute Marche, Culture Aid), il CSV Marche, la Cisl di Ancona, la scuola primaria dell’Istituto Comprensivo Posatora Piano Ovest, la parrocchia, le famiglie che vivono nel quartiere.  Una sperimentazione, coordinata da Anolf Marche, capofila del progetto, con la consulenza scientifica di Marchingegno e la partecipazione del Comune di Ancona. Il progetto, finanziato dal Ministero delle Politiche Sociali, si configura come una rappresentazione del territorio elaborata da chi lo vive attraverso laboratori che si sono svolti nell’arco di un anno e a cui hanno partecipato accanto agli “arcaroli” persone legate al quartiere a vario titolo che hanno scelto di vivere una esperienza di cittadinanza attiva.
                                                                                                                                ufficio stampa cisl marche                                       
Ancona 18 dicembre 2013
 
WEB COPERTINAWE WANT YOU!
Per la fine dell'anno vorremmo organizzare nel quartiere un calendario di eventi "unici" per la città, coinvolgendo tutti coloro che vivono o lavorano agli Archi.
Per realizzare tutto questo abbiamo bisogno anche di te!
Ci troviamo per parlarne insieme martedì 5 novembre 2013 alle 21 al Centro H.
Sarà presente anche il Comune di Ancona con gli Assessori Stefano Foresi e Paolo Marasca.
Non mancare! Sarà una splendida occasione per raccontare le tue idee per dare luce e visibilità ai luoghi, ai negozi, ai ristoranti, alle associazioni, a tutti gli spazi del quartiere Archi.

web IMG 7106Dopo la bella e molto partecipata riunione di quartiere con gli Assessori Stefano Foresi e Paolo Marasca dove si è parlato delle proposte per gli eventi di Natale, questa settimana per proseguire il lavoro vero e proprio sulla Mappa ci vediamo venerdì 8 novembre alle ore 17.30 presso il Centro H, che ringraziamo come sempre!
 
Tema dell'incontro: i “Luoghi del Lavoro”.
 
A presto!

Il progetto la mappa di comunità presentata al web tg "Lavori in corso" quindicinale d'informazione a cura della CISL MARCHE

 
27 settDopo il bellissimo incontro di venerdì scorso (dove eravamo armati non solo di post-it, ma anche di bibite e dolci!) questa settimana ci vediamo: VENERDì 4 OTTOBRE alle ore 17.30 al Centro H (che non finiremo mai di ringraziare per l’immensa disponibilità!).
Continueremo il lavoro andando sempre più in profondità, sviscerando le categorie individuate e iniziando a lavorare sui luoghi specifici.
Vi aspettiamo

 

postitQuello di venerdì è stato davvero un bell'incontro!
 
Il gruppo ha condotto un vero e proprio gioco di squadra vagliando ricordi, opinioni e desideri.
Armati di POST-IT si è riflettuto su quelli che sono i luoghi importanti del quartiere e sul significato attribuito ad ogni luogo dalla comunità.
Accompagnati da una bibita e qualche fetta di dolce sono trascorse due ore davvero produttive ed emozionanti.
Con i prossimi incontri continueremo il lavoro cominciato venerdì; andremo in profondità, sviscerando le categorie individuate e ogni luogo mappato.
 
A prestissimo!

aperitivo-apolloBellissima riunione-aperitivo ieri sotto i portici per discutere e ragionare insieme; una piacevole ed informale occasione di confronto nel gruppo!
Grazie a tutti i "mappatori" che hanno partecipato da vicino e a quelli che ci hanno seguito da lontano.

 

 
Questa settimana riprendono le attività di laboratorio.
Il prossimo incontro è previsto Venerdì 27 settembre alle ore 17.00 al Centro H (che ringraziamo come sempre).
Ma prima di riprendere il laboratorio alla luce dell’intenso ed interessante dibattito che si è aperto durante l’incontro, in merito alle difficoltà di coinvolgere e far partecipare attivamente ai laboratori anche i cittadini immigrati, avremmo il piacere di creare un ulteriore momento di confronto e di aggiornamento sullo stato delle cose offrendovi un aperitivo al Bar Apollo mercoledì 25 settembre alle ore 18.30.
Questo incontro sarà un’occasione piacevole e informale di confronto nel gruppo, sia per raccontarvi come ci siamo mossi noi nel frattempo, sia per raccogliere anche le vostre eventuali considerazioni o suggerimenti, nonché per recuperare le fila del discorso sulle attività di laboratorio interrotte giovedì scorso. Speriamo abbiate la voglia e la possibilità di partecipare.
 
In merito all'incontro di mercoledì 25 Settembre, per motivi organizzativi vi chiediamo di darci una gentile conferma della vostra presenza al seguente indirizzo email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o telefonandoci allo 331.5343109

 

Archi in Festa 2013Una grande festa nel quartiere per custodire valori, accogliere persone, unire differenze.
E' questo il mood di "Archi in Festa", l'evento organizzato dalla Parrocchia S.S. Crocefisso di Ancona con il patrocinio del Comune di Ancona e la partecipazione delle associazioni Centro H, Archi Vivi e Libera Comunità in Cammino.
Sono tante le iniziative che, fino a domenica 22 settembre, animeranno le strade, i portici e la piazza del quartiere: laboratori ludico ricreativi per i più piccoli, convegni, incontri, tornei di briscola e bigliardino, lotteria, la mostra fotografica sul quartiere, e tanto gusto con la porchetta servita in piazzetta (venerdì 20) e il pesce offerto dai nostri pescatori cucinato dalle donne del quartiere secondo la tradizione (sabato 21).
Naturalmente ci siamo anche noi della Mappa di Comunità!
Venerdì in piazzetta alle ore 20 proietteremo dei video con gli estratti delle belle interviste realizzate nel quartiere con alcuni dei “mappatori” partecipanti al laboratorio e altri arcaroli.
 
Vi aspettiamo, sarà un ulteriore bel momento di condivisione.
 

 

 

24 5 4L’estate sta volgendo al termine ormai, ma la grande macchina per la costruzione della Mappa di Comunità non si è mai fermata.

Siamo andati avanti con le interviste individuali e la raccolta di altro prezioso materiale, e stanno per riprendere le attività di laboratorio.

A questo proposito, il Centro H ancora una volta è preziosamente disponibile ad ospitare il prossimo incontro collettivo che si terrà giovedì 12 settembre alle 17.

 

2013-06-10 17.45.00Man mano che il lavoro va avanti, il gruppo si fa sempre più affiatato!

Siamo felici di ricordare a tutti il prossimo incontro, previsto giovedì 20 giugno alle ore 17 presso il Centro H, in via Mamiani 70.

Si ricorda che agli incontri possono partecipare non solo gli abitanti e i negozianti degli Archi, ma anche tutti coloro che hanno interesse a prendere parte a una esperienza di cittadinanza attiva e partecipata, attraverso un laboratorio sperimentale che comprende interviste ai partecipanti, azioni creative, ricerche sulla memoria del luogo, riflessioni sull'oggi e condivisione di nuove visioni future: un modo nuovo e partecipato di vivere la città, riconnettendo passato presente e futuro a partire dai bisogni, dalle speranze, dai desideri delle persone che ci vivono e che sperimentano una nuova socialità..

intervista zlIn attesa di rivederci per lavorare tutti insieme, stiamo meravigliosamente procedendo con le interviste individuali!

Le interviste sono un bel modo di raccogliere aneddoti legati alla vostra storia personale nel rione Archi.Chi l'ha già fatta potrà confermarvi che è un momento di sincera condivisione (a volte divertente, a volte commovente), da vivere con semplicità e senza imbarazzo. Per l'occasione, come anticipato negli ultimi incontri, ci piacerebbe che vi "preparaste" all'intervista pensando a 3 oggetti da mostrare che per voi sono profondamente legati alla vostra storia nei luoghi del quartiere: possono essere oggetti qualsiasi l'importante è che siano significativi per voi. Finora abbiamo visto "reperti" davvero interessanti: tante foto, certo, ma anche santini, libri, cartoline, quadri, conchiglie, vestiti, bottiglie d'acqua di fonte e persino tazzine da caffè! Alessia ed Eleonora continueranno quindi a contattarvi individualmente per fissare l’incontro.

CONVGNO PUBBLICOIl 27 giugno, in occasione del Convegno organizzato dalla Commissione Pari Oppurtintà della Regione Marche, l’arch. Alessandra Panzini (A.D. di Marchingegno s.r.l.) presenterà il percorso di lavoro della Mappa di comunità che si sta svolgendo nel quartiere archi di Ancona. Il progetto, finanziato dal Fondo Nazionale per il Volontariato - Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali nell’ambito della Direttiva 2666/2011, è promosso dall’Associazione ANOLF Marche Onlus, in parternariato con importanti realtà istituzionali ed associative del territorio. L'attività è finalizzata alla costruzione collettiva di una Mappa di comunità, ossia una modalità di rappresentazione di un territorio che parte da una mappa fisica per ridisegnare l’identità contemporanea e la visione futura del luogo. Un progetto da realizzarsi con il contributo di tutti gli abitanti e i soggetti del quartiere interessati a riflettere sulle trasformazioni del territorio che vivono, per conoscere la storia dei luoghi del quotidiano e avere maggior consapevolezza delle scelte che li riguardano. L' obiettivo è la costruzione di una nuova e condivisa identità di quartiere, forte tanto delle proprie origini, quanto del progetto di un futuro comune. Marchingegno è partner tecnico di progetto: dopo aver curato la richiesta di finanziamento in funzione del bando del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, si sta occupando della comunicazione visiva e promozionale dell'intero progetto.

festa 29 20131PIAZZA DEL CROCIFISSO

QUARTIERE ARCHI - ANCONA

ore 17.30

caccia 1Giochi e merenda per festeggiare la fine della scuola e le attività della Mappa di Comunità.

Tanto entusiasmo per le strade e la piazza del quartiere Archi di Ancona. I bambini della scuola primaria “Da Vinci”, con i genitori e tutte le maestre hanno dato vita, nei giorni scorsi, ad una originale e molto partecipata caccia al tesoro in rima per le vie, i negozi e i monumenti del quartiere, coinvolgendo nel gioco, oltre ai loro nonni e genitori, anche molti abitanti e negozianti del rione storico, che si è animato in modo insolito nel pomeriggio finalmente pieno di sole.

10 GIUGNOProseguono gli incontri del laboratorio adulti!

Lunedì 10 giugno ci siamo ritrovati ancora una volta presso il Centro H, per continuare a lavorare sulla prima delle tre macrotappe in cui è stato organizzato il lavoro: IERI, OGGI e DOMANI. Nello specifico, stiamo lavorando sul recupero della memoria storica locale attraverso un confronto collettivo su ciò che del passato è importante per la nostra comunità: quali luoghi? Quali usi e costumi? Quali…? Si è quindi pensato di stilare una sorta di “inventario” storico del quartiere, organizzato per temi. Ecco i temi proposti: StoriaGastronomia e saporiFeste e tradizioniPersonaggiMestieri, botteghe e negoziLingue, dialetti, modi di dire (comprese eventualmente poesie e canzoni)Foto, immagini e iconografiaCiascun tema sarà quindi sviluppato sotto la guida e il coordinamento di un “esperto locale”, una figura del quartiere cui fare riferimento per consegnare materiale, per depositare le proprie memorie, per confrontarsi, ecc ecc. In questo modo ciascun “esperto locale” potrà organizzare una prima proposta di elenco su cui poi continuare a discutere tutti insieme durante gli incontri collettivi. I materiali da raccogliere possono essere di tanti tipi: aneddoti orali o racconti/descrizione scritte, foto o disegni, piccoli video, ecc.Aspettiamo i vostri contributi!